Menu
  • 2012

    Il 29 novembre nel corso della prima giornata del Buy Tourism on line che si è svolto alla Fortezza da Basso di Firenze,  PhoCusWright, BlogMeter, e EyeForTravel hanno presentato uno studio sullo stato dell'online travel in Italia e nel resto del mondo. Dall’indagine è emerso che  il 64% degli europei si affida alle recensioni online nella scelta di luoghi da visitare o in cui soggiornare, (negli Usa la percentuale sale al 70%), mentre il 35% sceglie il proprio hotel influenzato dai giudizi espressi sui social media da altri utenti. Inoltre, facendo una media tra tutte le strutture alberghiere ma anche ristorative recensite su Tripadvisor, l’Italia (con una votazione media di 4,2/5) è il Paese europeo con il punteggio più alto.

    Le Olta in Italia crescono del 10%, un terzo delle prenotazioni di viaggi avviene online, il fatturato è di 2,2 miliardi.

    Nel panel di marketing territoriale "This land is your land", i relatori si sono confrontati sulle strategie di social media marketing che hanno adottato le regioni Toscana, Basilicata, Emilia Romagna, Umbria e Trentino per promuovere il loro territorio. Hanno tutte concordato  sull’opportunità di  incrementare nel 2013 la parte di budget destinato ai nuovi mezzi di comunicazione.

    (Per maggiori informazioni: http://www.buytourismonline.com/)

    Il 4 dicembre a Roma, presso la Sala Convegni di Santa Marta, a Piazza del Collegio Romano 5, dalle ore 10.00 alle 13.00 si terrà una giornata informativa organizzata dal Mibac alla quale parteciperanno tutte le città interessate a candidarsi al titolo di Capitale Europea della Cultura.


    Il 20 novembre sono stati pubblicati ufficialmente il bando e il modulo di candidatura, consultabili sul sito www.capitalicultura.beniculturali.it.

    Nel 2019, l'Italia, ospiterà, insieme alla Bulgaria, la Capitale Europea della Cultura. Le città che intendano candidarsi devono presentare domanda insieme ad un programma culturale che abbia una valenza annuale. Le candidature verranno valutate da una giuria  che si costituirà entro marzo 2013.

    Il 2013 sarà dedicato alla valutazione delle proposte, una sorta di fase pre-selettiva, che terminerà nei primi mesi del 2014, quando si passerà alla selezione vera e propria, che può comprendere una visita ispettiva.  

    (Per ulteriori informazioni: www.federculture.it)

    Il 19 novembre è stato siglato  a Doha, nel corso della visita del Presidente del Consiglio Monti in Qatar,  un accordo tra il Fondo Strategico Italiano Spa (FSI) e la Qatar Holding LLC (QH) per la costituzione di una joint venture denominata "IQ Made in Italy Venture”.

    La joint Venture investirà nelle società italiane che operano in alcuni settori del "Made in Italy" tra i quali: alimentare; turismo; moda e lusso; arredamento e design; stile di vita e tempo libero contribuendo al loro sviluppo. Dotata di iniziali 300 milioni di euro, la nuova società avrà un capitale complessivo fino a  2 miliardi di euro, che sarà versato pariteticamente dal Fondo Strategico dalla Qatar Holding nel corso dei primi 4 anni.

    (Per maggiori informazioni: http://www.governo.it/Notizie/Palazzo%20Chigi/dettaglio.asp?d=69812)

    Il 22 novembre a Roma presso la Sala del Parlamentino dell’Ufficio per le politiche del Turismo, si è tenuto il Seminario “Il primo Conto Satellite del Turismo per l’Italia” durante  il quale sono stati illustrati i contenuti e gli aspetti metodologici del processo di costruzione del Conto satellite del Turismo. Dopo l’introduzione dei  lavori  del Capo del Dipartimento degli Affari Regionali, Turismo e Sport, Calogero Mauceri sono intervenuti, tra gli altri,  Gian Paolo Oneto e Sandra Maresca della Direzione centrale della contabilità nazionale, Andrea Alivernini Funzionario della Banca d’Italia e Mara Manente Direttore del Ciset, i quali hanno sottolineato l’importanza  del Conto satellite del Turismo come leva per lo sviluppo ed il rilancio economico.

    Entrando nel dettaglio,  si è evidenziato come l’incidenza del settore sull'economia, nel 2010, sia stata pari a 82.834 milioni di euro, il 6% del valore aggiunto totale dell’economia. Per quanto riguarda l’andamento dei flussi turistici rivelati in Italia nel 2011 i dati confermano quelli del 2010: gli arrivi rimangono sostanzialmente stabili ma con differenze marcate tra domanda straniera (+ 3'5%) e domestica (- 3,9%).

    L'incoming si caratterizza, pertanto, come turismo internazionale, il cui andamento positivo, pari al 25.7% sul totale, compensa la contrazione registrata tra gli italiani che viaggiano meno, non solo in Italia, ma anche all'estero. Spagna e Francia restano i principali competitors: tra le prime venti regioni europee per numero di presenze, sei sono italiane, cinque spagnole e cinque francesi, il Veneto occupa la terza posizione assoluta.

    (Per maggiori informazioni: www.ontit.it)

    Il 23 novembre, a Palermo, si è svolto il  convegno ‘Tourism Forecasts: strategie oltre la crisi' organizzato da Artù, associazione ricercatori turismo, al quale hanno partecipato esperti e manager di livello internazionale, tra i quali, Alain Duperays, Responsabile dell'Unità Turismo dell'OCSE, Tahiyya Jurdine, Research Analyst di Euromonitor International, Giorgio Palmucci, Presidente Associazione Italiana Confindustria Alberghi e Gabriele Burgio, Presidente di Alpitour. I relatori hanno delineato il quadro del settore che, nonostante il calo di questi ultimi anni, si conferma comunque come uno dei più produttivi e in grado di generare occupazione e di adeguarsi al meglio alle nuove tecnologie.

    Il calo del turismo, ha sottolineato Palmucci  nel suo intervento è da attribuire anche alla perdita di domanda interna, alla minor spesa degli italiani: Ci sono poi problemi legati alle politiche di settore, tra le quali: una promozione dispersiva, una classificazione alberghiera su base regionale che crea disordine e una confusione nella politica dei visti.

    (Per maggiori informazioni: http://www.travelnostop.com/OF_dettaglio.php)

    II 24 novembre, in occasione della Fiera Internazionale del Turismo PHILOXENIA di Salonicco la Camera di Commercio Italo-ellenica di Salonicco, in collaborazione con l’Associazione Direttori d’Hotel della Macedonia e Tracia, ha organizzato un convegno dal titolo “Le attuali tendenze e le prospettive future dell’industria turistica”. Sono intervenuti, tra gli altri, il Segretario Generale del  Ministero del Turismo greco Anastasios Liaskos,  il  Presidente di Federturismo Confindustria Renzo Iorio, il Direttore Generale dell’ ISNART Giovanni Antonio Cocco, il Presidente della Federturismo ellenica Andreas Andreadis,  il Vicepresidente HATTA (Associazione ellenica dei Tour Operators-Agenzie Viaggi) Despina Amarantidou e il Direttore Generale dell’Organismo di Marketing turistico di Salonicco Nikolaos Sapountzis.

    Dalla discussione è emerso che  nonostante la difficile congiuntura il turismo ha dimostrato ancora una volta di essere uno dei principali motori dell’economia ellenica in cui la spesa dei turisti stranieri ha generato 7,46 miliardi di euro. II Presidente Iorio nel suo intervento ha sottolineato che per restare competitivi sul mercato internazionale occorre una strategia integrata a livello Paese, basata sull’innovazione, su infrastrutture moderne, sulla qualità dei servizi offerti, sulla professionalità della forza lavoro e su una maggiore collaborazione tra il sistema di formazione e di ricerca e le imprese.

    (Per maggiori informazioni: b.ongaro@federturismo.it)

    Il 23 novembre, il Presidente Iorio ha partecipato, nell’ambito del Salone Europeo della Cultura di Venezia alla tavola Rotonda  “Cultura-turismo: una grande opportunità un binomio difficile”.

    Tra gli altri partecipanti Gianluca Caruso Coordinatore Interregionale Turismo, Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, Roberto Panciera, Assessore al Turismo Comune di Venezia, Manuel Guido, Dirigente “Valorizzazione del Patrimonio Culturale Programmazione e Bilancio" del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Mara Manente, Direttore CISET-Centro Internazionale di Studi sull'Economia, Università Ca' Foscari di Venezia, Vavassori, Direttore Centro Studi Touring Club Italiano, Claudio Bocci, direttore Federculture Servizi. Il Presidente Iorio nel suo intervento ha sottolineato l’importanza del   turismo  culturale per il nostro Paese e come esso rappresenti uno dei principali attrattori per l’estero con una spesa di circa 8 miliardi e mezzo che equivale  a  più del doppio dei tre miliardi  e mezzo del turismo balneare.

    Per tre giorni Venezia è stata il capoluogo europeo della cultura con un ricco programma di eventi che hanno visto la partecipazione di autorevoli personalità del mondo della cultura e di professionisti del settore dei beni e delle attività culturali, registrando oltre 10mila presenze, 5mila delle quali solo nella parte convegnistica.

    (Per maggiori informazioni: b.ongaro@federturismo.it)

    Il 21 novembre l’Aspen Institute ha organizzato a Roma  una Tavola Rotonda su “Turismo, infrastrutture, territorio: quali strategie per lo sviluppo del Paese? La discussione, avviata durante la recente edizione veneziana degli Aspen Seminars for Leaders, ha offerto lo spunto per sviluppare alcune riflessioni sulla gestione strategica del territorio, sulle politiche di offerta innovative, sulle infrastrutture integrate, tutti elementi essenziali per rilanciare il settore del truismo e garantirne la profittabilità nel lungo periodo. Nel suo intervento il Presidente Iorio ha sottolineato come il turismo abbia bisogno che il Paese metta a disposizione del turista servizi e infrastrutture efficienti e competitivi perchè l’accessibilità di un’area contribuisce in modo determinante alla qualificazione dell’offerta turistica, orientandone i flussi.

    (Per maggiori informazioni: b.ongaro@federturismo.it)

    bannerbmtnovembre2012Dal 15 al 18 novembre si è svolta a Paestum la XV edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico.
    Diversi sono stati gli appuntamenti della manifestazione, fra convegni, workshop, attività didattiche e formative e incontri del pubblico con esperti del settore. Per gli operatori del settore, il 17 novembre si è svolto l’ormai tradizionale workshop dedicato all’incontro B2B a cui hanno partecipato 70 buyers stranieri selezionati dall’ENIT-Agenzia.

    Riguardo alla sezione espositiva, paese ospite ufficiale di quest’anno è stata l’Armenia, presente insieme ad altri 30 paesi esteri tra cui per la prima volta il Kenya e la Federazione Russa. La Borsa si è arricchita  di un’area ArcheoVirtual dove è stata presentata Bravo (Brain Virtual Operator for e-learning) una piattaforma e-learning realizzata dall'Università di Bologna dedicata al visitatore distratto che cerca di catturarne l’attenzione. Mette in contatto il computer con il cervello e funziona su iPad.


    A Paestum è stato illustrato anche il progetto per il restauro di Ur, la città di Abramo, patria delle tre religioni monoteistiche nonché possibile "tappa per il pellegrinaggio dei cristiani in Terrasanta". Un progetto a cui stanno lavorando sinergicamente il governo italiano e l'Iraq.

    Nel corso della manifestazione il Direttore generale per la Valorizzazione del patrimonio del Mibac, Anna Maria Buzzi, ha sollevato la  richiesta di aiuto ai privati per la gestione del patrimonio culturale.  

    (Per maggiori informazioni: www.borsaturismo.com)

    Confindustria, nell'ambito del suo impegno per l'orientamento post-scolastico dei ragazzi, organizza ogni anno la Giornata Nazionale Orientagiovani per offrire ai giovani l'opportunità di conoscere più da vicino il mondo dell'impresa ed avere indicazioni utili per scelte formative che possano favorire il successivo inserimento professionale.