Menu
  • 2010

    L’Italia passa dal sesto al quarto posto nella classifica mondiale 2009 del settore congressuale. Con 350 meeting ( 54 in più del 2008) l’Italia si posiziona sotto la Spagna (360 eventi) e prima di Gran Bretagna (345) e Francia (341). In testa alla classifica ci sono gli Stati Uniti ( 595 meeting) e la Germania (458) che dal 2004 occupano le prime posizioni.

    (Per maggiori informazioni: www.iccaworld.com)

    Secondo le stime della Iata per il 2010, i profitti globali del settore dovrebbero attestarsi a 2,5 miliardi di dollari, un dato in aumento rispetto all'ultima previsione di marzo. I profitti dell'industria dovrebbero essere di 545 miliardi di dollari, superiori ai 483 del 2009, ma inferiori ai 564 miliardi del 2008. In incremento il traffico, che si stima aumenterà, nel 2010, del 7,1%. Indicatori positivi anche per il load factor, con l'ingresso previsto di 1.340 nuovi aerei. La ripresa resta comunque asimmetrica, con l’Europa  che con una perdita di 2,8 miliardi di dollari, arranca dietro alle altre aree del mondo, in particolare all’area dell'Asia Pacifico.

    (Per maggiori informazioni: www.iata.org)
    Secondo i dati di Iata il traffico aereo nel mese di aprile è diminuito del 2,4% a causa dell’eruzione del vulcano islandese. Marcata la diminuzione in Europa, che si avvicina a 12 punti percentuali, mentre non si arresta la crescita per il Medio Oriente, con un incremento del 13%, seguito dall'Africa con oltre 8 punti percentuali in più rispetto al 2009.

    (Per maggiori informazioni: www.iata.org)
    Il Wttc, riunitosi il 26 e il 27 maggio a Pechino, in occasione della Conferenza mondiale del turismo, stima che Brasile, Russia, India e Cina, peseranno sempre più nell'economia del turismo a livello mondiale.
    Il 2009 ha registrato un calo del 4,8% della ricchezza prodotta da viaggi e turismo, ma il 2010 dovrebbe segnare una modesta crescita dello 0,5%.

    (Per maggiori informazioni: www.wttc.org)

    Il prossimo World Tourism Day 2010 si terrà il 27 settembre 2010 nella provincia del Guangdong in Cina.

    Il tema di quest’anno è ‘Tourism and Biodiversity’. Maggiori informazioni sul World Tourism Day 2010 sono disponibili al link http://www.unwto.org/worldtourismday/index.php?lang=E

    Come negli anni precedenti, anche quest’anno l’UNWTO ha previsto un concorso fotografico. I partecipanti dovranno proporre delle foto che mostrino il forte legame tra turismo e ecosistema. Il termine ultimo per partecipare è fissato al 31 agosto 2010, mentre i vincitori saranno annunciati ai primi di settembre. Per maggiori informazioni: http://www.unwto.org/worldtourismday/photocompetition/home_photo.php

    Contact information:
    Media Officer:
    Marcelo Risi
    Secondo la IATA nel mese di marzo, il numero di passeggeri che ha viaggiato in prima classe e in business (traffico premium) è cresciuto del 10,8% rispetto allo stesso mese dello scorso anno, mentre il traffico economy è aumentato, sempre su base annua, dell'8,8%. Nel primo trimestre del 2010, il traffico premium è cresciuto del 7,6% e quello economy del 7,4%.

    (Per maggiori informazioni: www.iata.org)
    Secondo l’Istat a Pasqua gli alberghi italiani hanno registrato, rispetto allo stesso periodo del 2009, un aumento del 10,5 % degli arrivi e del 6,3 % delle giornate di presenza.

    Secondo la Banca d’Italia la bilancia dei pagamenti turistica ha presentato nel mese di febbraio un saldo netto positivo di 319 milioni di euro, a fronte di uno di 109 milioni di euro nello stesso mese del 2009. Le spese dei viaggiatori stranieri in Italia, per 1.452 milioni di euro, sono aumentate del 2,3% mentre quelle dei viaggiatori italiani all'estero, per 1.133 milioni di euro, sono diminuite del 13,5%. Nel periodo gennaio-febbraio 2010 si è avuto un saldo netto positivo di 421 milioni di euro, a fronte di uno di 115 milioni di euro nello stesso periodo dell'anno precedente. Le spese dei viaggiatori stranieri in Italia, per 3.029 milioni di euro, sono aumentate del 2,2% mentre quelle dei viaggiatori italiani all'estero, per 2.608 milioni di euro, sono diminuite dell'8,5%.

    (Per maggiori informazioni:www.bancaditalia.it)

    Da oggi è possibile seguire gli aggiornamenti di Federturismo Confindustria anche su Twitter.

    La Federazione mette a disposizione la possibilità di seguire (anche senza registrarsi) gli ultimi aggiornamenti sul sito e di conoscere quali news o comunicati, sia di Federturismo Confindustria che degli Associati, siano stati inseriti. Chi ha già un account su Twitter potrà ricevere istantaneamente gli aggiornamenti sul proprio computer o sul proprio telefono.
    Gli utenti non registrati, invece, potranno avere un colpo d'occhio immediato sulle ultime news.

    Per accedere alla pagina di Federturismo Confindustria su Twitter è necessario digitare l'indirizzo http://twitter.com/federturismo o collegarsi al link dal bottone "Seguici su Twitter" della home page del nostro sito.

    (Per maggiori informazioni: l.alese@federturismo.it)

    Twitter è un servizio gratuito di social network e microblogging che fornisce agli utenti una pagina personale aggiornabile tramite messaggi di testo con una lunghezza massima di 140 caratteri. Gli aggiornamenti possono essere effettuati tramite il sito stesso, via SMS, con programmi di messaggistica istantanea, e-mail, oppure tramite varie applicazioni basate sulle API di Twitter. Twitter è stato creato nel marzo 2006 dalla Obvious Corporation di San Francisco.

    Gli aggiornamenti sono mostrati istantaneamente nella pagina di profilo dell'utente e comunicati agli utenti che si sono registrati per riceverli. È anche possibile limitare la visibilità dei propri messaggi oppure renderli visibili a chiunque.

    Il nome "Twitter", corrispondente sonoro della parola tweeter, deriva dal verbo inglese to tweet che significa "cinguettare".

    Secondo una ricerca della Business Travel di Uvet American Express, nei primi tre mesi  del 2010 si è registrato un  incremento del 22%   dei viaggi d’affari e del 15% della spesa. Nel 2009 invece, vi è stato un calo sia del numero di trasferte (-10%), sia della spesa con una flessione che è stata del 25%. Il costo medio per trasferta è passato da 299 euro del 2008 a 246 del 2009, frutto delle politiche di contenimento costi messe in atto dalle aziende. Soffre il trasporto aereo  con una limitazione delle trasferte internazionali, mentre crescono i viaggi in treno.

    (Per maggiori informazioni: www.uvetamex.com)