Menu
  • News 2020

    AIDIT, l’Associazione italiana distribuzione turistica, aderente a Federturismo Confindustria, sarà presente a Travelexpo – Borsa globale dei turismi, in programma dal 25 al 27 settembre p.v. a Palermo, presso l’Hotel Villaggio Città del Mare di Terrasini.Venerdì 25 settembre, primo giorno della manifestazione dedicata agli operatori della filiera turistica, i vertici dell’Associazione nazionale e di AIDIT Sicilia parteciperanno all’inaugurazione e alla premiazione per il Premio Giuseppe Cassara’, indimenticato e indimenticabile imprenditore turistico nonché fondatore di AIDIT.

    I visitatori a Pompei sono cresciuti  dal 2014 al 2019, con un incremento di oltre il 47% degli ingressi, passati da oltre 2,6 milioni a quasi 4 milioni di persone, e di circa il 95% degli introiti, passati da oltre 21 milioni a oltre 41 milioni di euro. Finora in tutto il 2020 il sito ha accolto poco più di 450.000 persone, pari al numero di visitatori che l’anno scorso entravano in un solo mese di alta stagione.

    Sei milioni di voli in meno rispetto all’anno precedente in Europa tra settembre e febbraio. Sono queste le previsioni Eurocontrol sulla base dell’andamento delle prenotazioni delle compagnie aeree. Si tratta di numeri preoccupanti, ancora più bassi rispetto alla precedente analisi, secondo la quale il calo si sarebbe attestato a 5 milioni di voli. Lo scenario indica quindi una diminuzione del 55 per cento del traffico aereo anno su anno ed Eurocontrol ammonisce che, se non ci saranno misure di allentamento delle restrizioni alle frontiere, il dato potrebbe ulteriormente peggiorare, con pesanti conseguenze per tutto il settore.

    Secondo l’indagine del Centro Studi del Touring Club Italiano, condotta in partnership con Hertz Italia, sulla community Tci composta da oltre 300 mila persone, nell’estate 2020, dopo una prima fase di grande cautela i connazionali hanno riacquisito una progressiva fiducia sul fatto che ci fossero le condizioni minime per viaggiare e circa il 90% è andato in vacanza. Il coronavirus ha certamente modificato il modo di viaggiare (69%). E’ stato preferito un “turismo di prossimità” (72%) e si sono adottati comportamenti più accorti per ridurre il rischio di contagio: meno eventi e musei rispetto allo scorso anno (67%), preferenza per destinazioni poco note e presumibilmente meno affollate (59%), frequenza meno assidua di bar e ristoranti (58%).

    Il calo del numero di turisti internazionali dovuto alla pandemia  ha comportato una perdita, secondo le stime dell’UNWTO nella prima metà dell’anno, del 65% di turisti internazionali e di 460 miliardi di dollari per il settore. In base ai dati di agosto si prevede inoltre un calo della domanda di quasi il 70% per tutto il 2020, mentre alcune aree del mondo, come l’Europa, hanno registrato una ripresa dell’epidemia quest’estate che ha portato a ulteriori restrizioni per i viaggiatori.

    Il contributo diretto del turismo all’economia italiana nel confronto internazionale in termini economici  diminuirà di -2,6 punti percentuali nel 2020 (3,2% del PIL) rispetto al 2019 (5,7% del PIL). Sebbene significativo, questo calo è inferiore a quello di altri Paesi tra i quali: la Francia ( -4,5%) e  la Spagna ( -3,1%). L’analisi delle prenotazioni aeroportuali da settembre fino a novembre nel confronto con i competitor diretti Spagna e Francia, rileva in Italia 49.588 prenotazioni a settembre, 43.501 a ottobre e 18.538 prenotazioni a novembre, per un totale di 162.083 prenotazioni aeroportuali da agosto a novembre, grazie alla migliore performance prevista per settembre e ottobre.

    Secondo il consueto monitoraggio dell’Enit il 58% degli italiani ha in programma almeno un soggiorno autunnale, ancora al mare (57%) o in montagna (48%), ma con un ritorno delle città d'arte (42%). Tra gli altri tipi di soggiorni ci sono quelli enogastronomici (29%), al lago (29%) e alle terme (28%). Il 33% poi già pensa alle vacanze di Natale, per il 92% in Italia, in particolare in Lombardia, Sicilia, Piemonte e Campania, all’estero, preferenza per il Nord Europa.

    Il 24 settembre, dalle ore 9.50 in collegamento dal  The St. Regis Rome, si svolgerà la diretta streaming phydigital di presentazione del X Rapporto “Gli italiani, il turismo sostenibile e l’ecoturismo” con focus su Covid e turismo in  sicurezza dal titolo “Il turismo sostenibile è sicuro. Istituzioni e imprese unite per il rilancio di un settore strategico”. L’evento, promosso per celebrare la 41° Giornata Mondiale del Turismo è organizzato da Fondazione UniVerde, Touring Club Italiano e Noto Sondaggi con la collaborazione di Cobat.

    “Continuiamo a leggere notizie contraddittorie sul destino dello smart working, che dal 15 ottobre dovrebbe chiudere definitivamente la fase del ‘tutti a casa’ senza regole. Col massimo rispetto per i diritti dei lavoratori e per le loro esigenze personali, riteniamo che i dipendenti pubblici debbano riprendere a lavorare in presenza, in modo continuativo, per garantire l’efficienza degli uffici, che in questi mesi hanno sofferto moltissimo, creando gravi disagi al cittadino-utente.

    Assomarinas, in collaborazione con Cerea Banca, la banca di credito cooperativo che opera nel prospero comprensorio di Verona e Mantova, e che fa parte del consorzio bancario nazionale ICCREA,  organizza  per il prossimo 15 Ottobre alle 16.30 un pomeriggio di incontro e discussione sui temi dei rapporti attuali e futuri tra istituti di credito ed imprese, con un focus dedicato alle imprese del settore della nautica da diporto e dei porti turistici in particolare.