Menu
  • 2012

    erasmusgiovaniimprenditori2012Sei un imprenditore o aspiri ad esserlo oppure vuoi ospitare un giovane imprenditore europeo nella tua azienda?

    Partecipare al programma Erasmus per giovani imprenditori!

    Si tratta di un programma di scambio transfrontaliero che offre ai nuovi imprenditori – o aspiranti tali – l’opportunità di imparare i segreti del mestiere da professionisti già affermati che gestiscono piccole o medie imprese in un altro paese dell’Unione europea. L’imprenditore ospitante ha l’occasione di considerare la propria attività sotto nuovi punti di vista, collaborare con partner stranieri e informarsi circa nuovi mercati.

    Lo scambio di esperienze avviene nell’ambito di un periodo di lavoro presso la sede dell’imprenditore esperto, il quale aiuta il nuovo imprenditore ad acquisire le competenze necessarie a gestire una piccola impresa.

    Il termine per partecipare è giugno 2015 (fino ad esaurimento dei fondi a disposizione).

    Per partecipare al programma, i New Entrepreneur (NE) e gli Host Entrepreneur (HE) devono compilare un apposito form in inglese. In particolare, i NE devono presentare anche un business plan dal quale si evinca la loro attitudine imprenditoriale. Una volta verificata da parte dell’Organismo Intermedio la completezza della candidatura e la coerenza con i requisiti e le caratteristiche del programma Erasmus, la candidatura confluisce in un data base europeo accessibile on line per le procedure di scambio. 

    I neo-imprenditori e i professionisti già affermati che desiderano partecipare al programma di scambio per imprenditori possono fare domanda usando lo strumento di iscrizione on-line, indicando Federturismo Confindustria come centro di contatto locale, che sarà la guida e l'interlocutore di riferimento per tutto il processo.

    Si consiglia di esprimere il proprio interesse prima via email a v.fantozzi@federturismo.it, inviando le motivazioni ed un cv in caso di NE (aspirante imprenditore); le motivazioni ed una breve presentazione aziendale in caso di HO (Imprenditore ospitante).

    (Per maggiori informazioni puoi consultare il sito http://www.erasmus-entrepreneurs.eu oppure puoi scrivere a v.fantozzi@federturismo.it)

     

    Palestra delle Professioni Digitali è un percorso formativo intensivo di 5 settimane orientato al Digital Marketing.
    Propone un mix di lezioni d'aula, lezioni online e project work realizzati in collaborazione con importanti realtà del panorama aziendale italiano.
    Al termine del corso sono garantiti due colloqui per posizioni di stage in ambito Digital Marketing e non solo.

    Il CIPE, nella seduta odierna, ha approvato la proposta di ripartizione presentata dal Ministro per la Coesione territoriale, Fabrizio Barca, per l’assegnazione di 2.245 milioni di euro destinati al finanziamento degli interventi di ricostruzione post-terremoto dell’Abruzzo. Con tali risorse si darà un forte impulso alla gestione ordinaria delle attività di ricostruzione disposta dal decreto-legge n. 83/2012 a seguito della chiusura dello stato di emergenza.

    Il 6 dicembre il Presidente Vasco Errani ha convocato la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome nel corso della quale sono stati presi in esame, tra gli argomenti all'ordine del giorno, la posizione delle Regioni sul Piano strategico nazionale del turismo e  l'applicazione dell'imposta regionale sulle emissioni sonore degli aeromobili (IRESA art. 8 dlgs 68/2011). Nel corso della Conferenza le Regioni hanno giudicato condivisibile l’approccio seguito dal lato della domanda, volto a segmentare il mercato (per età, reddito, origine dei flussi) tenendo conto di alcuni mega-trend in grado di dar conto delle più significative motivazioni di vacanza in atto. Hanno però sottolineato il mancato approfondimento delle analisi e dei documenti prodotti negli ultimi anni dagli organismi comunitari, a cominciare da quelli della Commissione Europea.  Le Regioni in questa fase di riorganizzazione ritengono fuorviante una discussione sulle competenze tra Governo centrale e sistema regionale.

    Nel corso della riunione sono state individuate quattro priorità: una definizione chiara dei compiti e dei ruoli dei diversi soggetti pubblici in gioco; il rilancio del Comitato permanente del Turismo Governo–Regioni; la governance della promo-commercializzazione e il gruppo di lavoro per la ricerca di finanziamenti europei.

    (Per maggiori informazioni:http://www.regioni.it/it/show-piano_strategico_di_sviluppo_del_turismo_le_osservazioni_delle_regioni_-_sintesi_del_documento/news.php?id=279599)

    Il 4 dicembre a Roma si è tenuta una giornata informativa organizzata dal Mibac alla quale hanno partecipato tutte le città interessate a candidarsi al titolo di Capitale Europea della Cultura. 

    Nel 2019, l'Italia, ospiterà, insieme alla Bulgaria, la Capitale Europea della Cultura. Le città che intendano candidarsi devono presentare domanda insieme ad un programma culturale che abbia una valenza annuale. Le candidature verranno valutate da una giuria che si costituirà entro marzo 2013.
    Il 2013 sarà dedicato alla valutazione delle proposte, una sorta di fase pre-selettiva, che terminerà nei primi mesi del 2014, quando si passerà alla selezione vera e propria, che può comprendere una visita ispettiva.  

    (Per ulteriori informazioni: www.federculture.it)

    Il Ministero dei Beni Culturali ha partecipato anche quest’anno alla Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità, promossa dall'Onu, per sensibilizzare l’opinione pubblica. Il Direttore Generale per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale Anna Maria Buzzi ha organizzato un incontro per presentare le esperienze più significative condotte sul territorio nazionale, per rendere più fruibili i luoghi d’arte statali, ribadendo l’impegno per permettere alle persone con disabilità di godere pienamente delle opportunità offerte dal patrimonio culturale italiano.

    Per l’occasione è stato presentato uno spot promozionale sul tema della cultura accessibile, con testimonial Marco Baldini e l'Oro alle Paraolimpiadi di Londra Oscar De Pellegrin, che ha come scopo quello di rendere accessibili alcuni siti d'arte, a partire dal Palatino di Roma.
    In Italia esistono 3 milioni di disabili, 50 in Europa e 650 nel mondo. Su 606 siti, solo il 40% e’ completamente accessibile, il 38% con accompagno e il resto non e’ in alcun modo fruibile. In due anni la Direzione per la valorizzazione del patrimonio ha investito un milione e 100 mila euro, su 2 milioni di budget annui, in interventi per abbattere le barriere architettoniche.
    L'idea è dotare tutti i musei di sedie a rotelle pieghevoli che possano entrare negli ascensori o nei passaggi più stretti.

    (Per maggiori informazioni: http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Comunicati/visualizza_asset.html_832010553.html)

    Dal 1° dicembre 2012 fino al 31 gennaio 2013 sono aperte le iscrizioni per partecipare al Concorso "Premio Talento Italiano 2013",  promosso da AITR (Associazione Italiana Turismo Responsabile), dalla Università LUISS Guido Carli e da SL&A Turismo e Territorio con la partnership di Vivilitalia.

    Il Sen. Francesco Rutelli ha riunito oggi i rappresentanti delle tre Associazioni del mondo del turismo, Federturismo Confindustria, Assoturismo Confesercenti e Federalberghi Confcommercio, per un incontro finalizzato alla preparazione di un manifesto politico sul turismo da presentare nei prossimi mesi a tutte le forze politiche interessate a sottoscriverlo. Per Federturismo erano presenti il Vice Presidente Roberto Perocchio, Presidente di Assomarinas, e il Direttore Generale Antonio Barreca. 

    Il manifesto per il rilancio del turismo italiano, da presentare al prossimo Governo, è necessario per dare la giusta attenzione al settore, evitando che sia, ancora una volta, all'ultimo posto nell'agenda politica. L'iniziativa è supportata da una mozione, primo firmatario il senatore Francesco Rutelli, che è stata sottoscritta da senatori di tutte le forze politiche.
    Le priorità individuate sono dodici, prima fra tutte una riorganizzazione della Governance che attui per il settore una legislazione concorrente, dando allo Stato i poteri sulle strategie e la gestione alle Regioni, la trasformazione in Spa dell'Enit che preveda la partecipazione azionaria delle Regioni e il coinvolgimento di soggetti pubblici e privati, un rafforzamento dell'Osservatorio nazionale sul turismo perchè fornisca regolarmente statistiche, proiezioni e indicazioni di scenari sui trend turistici. Inoltre, tra i punti, spunta la richiesta di un vincolo per i Comuni di destinazione della tassa di soggiorno: mentre il 75% dovrebbe essere destinato all'effettivo miglioramento dei servizi turistici e urbani, il restante 25% dovrebbe contribuire all'alimentazione di un Fondo nazionale per le attività produttive turistiche, costituito anche da risorse annue dello Stato e delle Regioni. Obiettivo del Fondo sarebbe, tra l'altro, la facilitazione del passaggio degli imprenditori alberghieri dallo status di affittuari a quello di proprietari, il sostegno alle aggregazioni di imprese e alla formazione di network e il potenziamento del Fondo centrale di garanzia a supporto dei Confidi pubblici. Il manifesto si propone anche quello di uscire subito dalla paralisi delle concessioni demaniali.

    Tra i temi affrontati anche l'Enit: il Direttore Generale Barreca ha illustrato una proposta già inviata dal Presidente Iorio nei mesi scorsi al Governo Monti che riguarda la destinazione del 50% delle risorse delle Regioni per la promozione turistica, per tre anni, all'Agenzia nazionale del turismo al fine di promuovere la destinazione Italia nel mondo in vista dell'importante appuntamento di Expo 2015.

    (Per maggiori informazioni: federturismo@federturismo.it)

    Il 28 novembre, in vista dell'elaborazione del Piano  nazionale del turismo e di quelli regionali, il Cda dell'Enit ha incontrato i componenti della Commissione Turismo della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome. Alla riunione hanno partecipato l'Assessore Mauro Di Dalmazio per le Regioni, il Direttore dell'Ufficio Politiche del Turismo del Dipartimento Turismo, Roberto Rocca, il Presidente dell'Enit, Pier Luigi Celli, il neo Direttore generale, Andrea Babbi, e i dirigenti della sede centrale dell'Enit. Obiettivo dell'incontro è stato analizzare le scelte turistiche strategiche per il 2013, individuando sinergie e convergenze nell'elaborazione del Piano esecutivo nazionale e di quelli regionali.

    (Per maggiori informazioni: www.enit.it)

    Il 27 novembre, a Roma, l’Associazione Civita e la Fondazione Roma Arte-Musei hanno presentato al pubblico e alla stampa il Rapporto “L’Arte di produrre Arte: Imprese culturali a lavoro”, una fotografia delle attivita' economiche connesse alla produzione e  all'uso della cultura e della creativita' in Italia.

    Sono intervenuti, tra gli altri, il Presidente dell’Associazione Civita, Antonio Maccanico, il Presidente della Fondazione Roma Emmanuele Francesco Maria Emanuele, il Coordinatore Scientifico del Rapporto Pietro A. Valentino che ha presentato la ricerca, il Segretario Generale Associazione Civita, Albino Ruberti e il Segretario Generale Mibac, Antonia Pasqua Recchia.

    L’indagine ha evidenziato che, nel 2010, le imprese private italiane operanti nell’Industria Culturale e Creativa (ICC) sono state circa 180 mila contro le 190 mila  della Germania. Dal punto di vista territoriale, il 54,2% del totale nazionale dell’Industria Creativa si concentra al Nord mentre il 39,8% di quella Culturale al Centro. Nelle regioni meridionali, sia l’Industria Culturale che quella Creativa sono scarsamente presenti, registrando rispettivamente il 21,4% e il 13,1% dei centri di produzione. Sul fronte dell’occupazione, grazie all’Icc i posti di lavoro sono aumentati del 2,2% rispetto al totale nazionale contro il 2,9% della Germania, il 3% della Spagna e il 3,2% di Francia e Regno Unito.

    L’indagine ha rivelato, inoltre, dati interessanti sui “non-consumatori” di cultura: infatti, il 58,9% degli italiani con più di 18 anni, nel 2010, non ha visitato né un luogo di cultura né una mostra.

    (Per maggiori informazioni: www.civita.it)