Secondo il Country Brand Index 2010, lo studio sull’immagine dei principali paesi del mondo condotto da FutureBrand, l’Italia passa dal sesto posto dell'anno scorso al dodicesimo della classifica. La  Svizzera diventa quinta, il Giappone sesto, la Gran Bretagna nona e la Svezia decima. Al primo posto si posiziona il Canada, seguito da Australia, Nuova Zelanda e Stati Uniti (questi ultimi erano primi nel 2009.

 

L'Italia conserva la leadership nella classifica dei 25 migliori Paesi per il patrimonio artistico e culturale, davanti alla Francia, seconda dopo Israele,  per il ruolo nella storia. L’Italia è ottava  (dal 48° posto del 2009)  per bellezza e cura delle spiagge. Si posiziona però al quindicesimo posto nella classifica per il turismo dietro la Spagna (dodicesima), Francia (tredicesima) e Austria ( quattordicesima) tra le destinazioni europee e superata da Mauritius (al primo posto ) seguita da Australia, Nuova Zelanda, Canada, ma anche Giappone e Stati Uniti tra le mete mondiali.

Il Presidente di Federturismo Confindustria, Daniel John Winteler, ha commentato i risultati del Country Brand Index 2010 in un’intervista a Il Sole 24 Ore, affermando che l’Italia merita più del 15° posto in classifica. Ha sottolineato come questo risultato negativo sia il frutto dell’assenza di una politica organica di rilancio  della promozione e dell’industria turistica e della mancanza  di un piano strategico. A questo proposito ha ricordato come Federturismo Confindustria abbia dato un contributo predisponendo con Pricewaterhouse Coopers un Piano nazionale del turismo per recuperare competitività e riguadagnare le quote di mercato  che l’industria turistica ha perso negli ultimi anni.

(Per maggiori informazioni: www.futurebrand.com)