Secondo i dati dell’Unwto gli arrivi in tutto il mondo tra gennaio e agosto 2010, ammontano a 642 milioni, circa 40 milioni in più rispetto agli stessi mesi del 2009 (+7%) e 1 milione in più rispetto allo stesso periodo del 2008. Sulla base delle tendenze attuali, il numero di arrivi di turisti internazionali prevede un aumento del range del 5%, 6% rispetto all'anno intero. Nel 2011, la crescita dovrebbe continuare ad un ritmo più moderato, intorno alla media del 4%.

Nei primi otto mesi del 2010 in Medio Oriente vi è stata una crescita del 16%,in Africa del 9%, favorita dai Mondiali di calcio in Sudafrica, in Nord e Centro America del 9%. L'America del Sud, con un+7%, è alla pari con la media mondiale, mentre i Caraibi (+3%) mostrano un tasso di crescita inferiore. L'Europa (+3%) è in ripresa ad un ritmo più lento, anche a causa dell'impatto della nube di cenere vulcanica in aprile. Tuttavia, le maggiori destinazioni riportano dati positivi per il periodo maggio-agosto, in particolare l’Europa occidentale, l’Europa centrale e orientale (+4%) e l’Europa meridionale e mediterranea (+2%). Il Nord Europa (-3%) è invece l'unica regione del mondo che registra ancora risultati negativi.

(Per maggiori informazioni: www.unwto.org)