Il 5 e 6 ottobre si sono svolti a Roma gli Stati Generali del Turismo organizzati dal Comune di Roma per fare un bilancio della stagione appena trascorsa e per definire una sorta di “Decalogo” strategico e operativo per il prossimo periodo. Con i principali rappresentanti del turismo, si è discusso del futuro di Roma Capitale sui mercati turistici internazionali, dell’andamento dell’offerta ricettiva e dell’esigenza di sviluppo dei trasporti e delle infrastrutture per il turismo. Roma arriva a questo appuntamento forte del proprio vantaggio in termini di presenze turistiche rispetto al resto del Paese e si conferma così attrattore turistico di portata mondiale. Primo concreto risultato degli Stati Generali è stata la firma di un accordo tra l’Enit e Roma Capitale per la promozione del turismo nella capitale.

Il Sindaco Alemanno ha posto al centro dell'attenzione i progetti di Fiumicino Due e il rifacimento del waterfront di Ostia.

Il 5 ottobre nel pomeriggio si è svolta la Tavola Rotonda su “Offerta e qualità” alla quale hanno partecipato, tra gli altri, Palmiro Noschese in rappresentanza di Federturismo Confindustria, il Direttore Generale del Dipartimento del Turismo Roberto Rocca, Giuseppe Roscioli di Confcommercio, Valter Giammaria di Confesercenti, Joseph Fratangelo di Tripadvisor. Noschese nel suo intervento ha sottolineato come le disparità fiscali e di costi compromettano la competitività delle imprese ricettive italiane.  Ha ribadito la necessità di fare leva sulla qualità che è fatta di formazione del personale che nel turismo andrebbe raccordata più strettamente con le necessità vere delle imprese.

(Per maggiori informazioni: turismo2012.romacapitale@gmail.com)