la nuova realtà associativa delle imprese turistico-ricettive di Confindustria

Dalla fusione di Confindustria AICA e Confindustria Alberghi nasce l'Associazione Italiana Confindustria Alberghi, la nuova e da oggi unica associazione dell'industria turistico-ricettiva di Confindustria. 170.000 camere, 70.000 dipendenti per un fatturato che supera i 5 miliardi di euro. Oltre 2500 aziende del settore turistico-ricettivo che hanno scelto di aderire al sistema Confindustria.

La fusione è il punto di arrivo di un percorso che le compagnie alberghiere di Confindustria AICA e le aziende alberghiere indipendenti di Confindustria Alberghi hanno avviato nel 2009 con un protocollo di collaborazione, fortemente voluto dalle due Presidenti, Elena David e Maria Carmela Colaiacovo, che ha evidenziato in questi anni una comune logica di impresa, fatta di impegno, progettualità, attenzione al mercato.

"Insieme con Elena David abbiamo raggiunto un obiettivo in linea con le indicazioni di Confindustria per l'ottimizzazione e la razionalizzazione, che all'inizio della nostra presidenza sembrava impossibile" dichiara Maria Carmela Colaiacovo Presidente Confindustria Alberghi "Con la fusione, lasciamo un'associazione più forte ed efficiente a fianco delle imprese in un momento cosi critico per il nostro settore e per l'intero paese".

Elena David, ha dichiarato :"Tutto, non ultimo l'attuale contesto macro economico, continua a dirci quanto sia fondamentale far tornare il turismo a giocare un ruolo da protagonista e non più residuale, per la crescita del nostro Paese. Serve un'immediata presa di coscienza da parte del Governo sulla necessita di riportare il comparto a materia concorrente. Fino ad oggi come Confindustria, forse complice anche la frammentazione delle forze, non abbiamo ottenuto l'attenzione necessaria. La nuova realtà associativa, più ampia, più forte, sempre determinata, si pone questo obiettivo".

La fusione di "Confindustria AICA e Confindustria Alberghi potenzia la rappresentanza di settore in Confindustria: nasce un nuovo soggetto che potrà operare con sempre maggiore forza e determinazione" sottolinea Giorgio Squinzi, Presidente di Confindustria "Confindustria sarà al vostro fianco per sostenere questa iniziativa e contribuire a definire una strategia di sistema di lungo respiro che si concentri su obiettivi prioritari chiari e raggiungibili. Siamo convinti – conclude il Presidente di Confindustria – che il turismo italiano abbia a portata di mano un salto di qualità, di evoluzione che lo proietti come leader dell'industria del turismo a livello europeo".

Infatti la nascita dell'Associazione Italiana Confindustria Alberghi potenzierà l'interlocuzione a livello istituzionale e nel confronto con i principali stakeholder del settore. La nuova Associazione si propone per un confronto più forte e diretto con le Istituzioni alle quali chiede decisioni veloci, come quelle che le imprese prendono ogni giorno. Politiche più dinamiche e adeguate alla nuova realtà di un'economia ed un turismo che cambia.

Sul fronte interno l'Associazione Italiana Confindustria Alberghi, dall'integrazione delle competenze già presenti nelle due organizzazioni, realizzerà un rafforzamento dei servizi mettendo a disposizione degli iscritti un'assistenza più capillare e diretta. Servizi di qualità, mirati alle sempre più complesse esigenze delle aziende del settore e capaci anche di concorrere alla riduzione dei costi per le imprese. Strumenti per competere in un contesto fortemente colpito dall'aggravarsi della crisi economica e dei mercati finanziari.

Basti pensare che nel solo mese di giugno il settore ha registrato oltre ad un sensibile calo dell'occupazione delle camere, anche una drastica flessione della redditività alberghiera.

L'Associazione Italiana Confindustria Alberghi segna un traguardo importante che pone ulteriormente l'accento sulla capacità di Confindustria di rappresentare il segmento più dinamico dell'industria alberghiera in Italia.

Giorgio Palmucci, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Hotelturist S.p.A, che sarà Presidente dell'Associazione dichiara che sarà per lui un grande onore raccogliere questa sfida e poter guidare questa nuova realtà associativa alberghiera appartenente al sistema confindustriale.

Roma, 18 luglio 2012